Cercasi ostello disperatamente

Questo racconto è stato pubblicato originariamente sul blog Il Penultimo dei Romantici con il titolo “Lisbona – Parte Seconda – Allostello” di Jacopo Spaziani Oggi fanno trentasette giorni che sto a Lisbona. E fanno trentasette giorni che sto allostello. Non lo stesso, ché al primo dopo tre giorni sono andato via per cose che non sto qui a.…

Portogallo: è stato davvero un esperimento?

Questo articolo è stato pubblicato su Q Code il 5 dicembre 2018 con il titolo originario “Portogallo si può fare”. di Marcello Sacco Mentre in Italia ci si chiede se discutere o no con l’Europa, in Portogallo la legge di bilancio 2019 ha concluso il suo iter parlamentare la settimana scorsa. È l’ultima finanziaria di…

Rui Sousa, il campione senza vittorie più amato dai portoghesi

Questo articolo è stato pubblicato su Il Salto il 20 gennaio 2018, all’interno della rubrica Ciclismo Latino di Daniele Coltrinari Ci sono atleti che inseguono una vittoria durante tutta la loro carriera, senza mai riuscirci. Magari ci arrivano vicino, ma quella vittoria che sognano fin da bambini gli sfugge di mano per un soffio. L’emblema di…

4 storie in 4 ore – Gli appunti di Fredson – Intro

di Simone Faresin  (Prima di fare click) Lisbona è una città stupenda, meravigliosa. La amo più di quanto abbia amato una donna, anche più di tutte le donne che ho amato a Lisbona. Adoro Lisbona, nella versione decadente e sospesa, pacata come una vecchia Signora elegante che sa rifiorire dalle sue tragedie, tanto da cantarle…

Filtri Umani

di Simone Faresin Sono emigrati 250mila italiani in un anno, dicono sia il più grande esodo all’estero dal dopoguerra. Molti di questi connazionali arrivano in Portogallo, perchè? Perché c’è lavoro, per Giove! E addirittura ti chiedono di parlare in italiano!