Il Fado è di chi lo vive, Lisbona di chi la sente

Ho sentito il Fado per la prima volta, dopo mesi che ero qui a lavorare, eravamo a cena in un ristorante al Bairro alto e ho visto questa donna tra i 50 e i 60 anni, tutta vestita di nero e con i capelli neri lunghissimi, non so perché ma invece di inquietarmi mi affascinava. Continua a leggere “Il Fado è di chi lo vive, Lisbona di chi la sente”

Annunci

D’amore e baccalà, un romanzo ambientato a Lisbona tra sogno e realtà

C’è Daniele, un ragazzo milanese che fino a qualche anno faceva l’operaio nella sua città, poi molla tutto e arriva a Lisbona. Ora vive suonando per locali, è il frontman dei Ginga a Milanesa e fa parte del trio Wattaforg (insieme a Francesco “Foggy” Pintaudi e alla cantante irlandese Amanda Naughton).

Daniele lo puoi trovare durante il giorno anche nelle strade e nelle piazze della capitale portoghese a fare busking, ovvero ad esibirsi gratuitamente in luoghi pubblici e se ti va, puoi fargli un’offerta libera. Continua a leggere “D’amore e baccalà, un romanzo ambientato a Lisbona tra sogno e realtà”

Lisbona notturna: musica, movida, locali e club

Da anni ormai il Portogallo viene citato come l’esempio del paese europeo colpito profondamente dalla crisi, sottoposto alle purghe austere europee e ora rinato dalle sue ceneri. C’è chi dice che Lisbona oggi non sia più la stessa del 2009, che abbia perso la sua autenticità, invasa dai turisti benestanti e dagli “expat”; altri sostengono che Lisbona sia la città più di moda d’Europa, la nuova Berlino, il fulcro culturale europeo dei prossimi anni. Continua a leggere “Lisbona notturna: musica, movida, locali e club”

Lisbona e Napoli: l’incontro tra due città di mare attraverso la musica

José Malhoa, O Fado, 1910
Osservando Lisbona e Napoli si possono notare incredibili somiglianze tra queste due splendide città: stessi vicoli, stesse case, stessi panni stesi per le strade. Sono due città di mare, punto di incontri, di scambi e di contaminazione, e pur affacciandosi su mari diametralmente opposti, è possibile riscontrare una forte vicinanza tra le tradizioni musicali che rappresentano la cultura lusitana e quella partenopea, ossia il Fado e la canzone napoletana. Si tratta di due generi musicali nati nel XIX secolo, scaturiti in contesti di piccola delinquenza urbana; secondo alcuni dizionari d’epoca, il fadista prima ancora che cantore, stava infatti a indicare il faia (quello che a Napoli verrebbe chiamato “mariuolo”).

Continua a leggere “Lisbona e Napoli: l’incontro tra due città di mare attraverso la musica”

8 marzo: attenti alla donna

Come tutti gli anni, nel periodo della festa della donna, mi s’intasa la casella email con inviti di vario genere per festeggiare al meglio l’8 marzo; copio e incollo uno dei più suggestivi: “Elisa, è la festa della donna, e quella donna sei tu. Scopri e riscopri te stessa, colora di rosa il tuo 8 marzo: cena con le amiche, discoteca e striptease maschile con spogliarellisti in sala per rendere più piccante la festa”.

Continua a leggere “8 marzo: attenti alla donna”

DEAD COMBO(s)

Puntuale come la morte, la crisi e i famosi orologi svizzeri, ecco che si verifica la transizione peggiore dell’anno: la dead combo natale + saldi + ultimo dell’anno, 10 giorni in cui la gente impazzisce piombando in un vortice di luci, cibo e schizofrenia consumistica. Impossibile passeggiare per la Rua Augusta senza essere calpestati, impensabile passare indenni attraverso le vie del centro, imprevedibile il cieco deambulare delle masse in missione “Christmas Present”.

Continua a leggere “DEAD COMBO(s)”