Infancia clandestina


 

Per la Mostra del cinema dell’America Latina, organizzato dalla Casa da América Latina di Lisbona, è stato scelto per la serata di chiusura Infancia clandestina, del regista argentino Benjamín Ávila; film autobiografico, ispirato alla storia dei suoi genitori, e dedicato dal regista a sua madre, “desaparecida” durante la dittatura militare.

 

Argentina, 1979. La dittatura militare del generale Videla sta attuando, in quegli anni, una feroce repressione su ogni forma di dissenso politico. L’organizzazione guerrigliera del Movimiento Peronista Montonero, nata nel 1968 durante l’esilio in Spagna di Perón, si ispira al suo primo governo (1946-1955), che aveva realizzato diverse riforme di tipo progressista, tendenti al miglioramento delle condizioni di vita della classe lavoratrice e alla sua maggiore inclusione politica e sindacale e aveva perseguito una politica di nazionalizzazione delle risorse energetiche ed una progressiva industrializzazione del paese. Continua a leggere “Infancia clandestina”

7 Cajas

Una delle qualità migliori, a mio modo di vedere, della settima arte, è quella di far viaggiare stando seduti su una poltrona e, quando si tratta di film stranieri, di aprire la mente alla conoscenza di altre culture. Alla Mostra del Cinema dell’America Latina a Lisbona, svoltasi dal 12 al 15 dicembre scorso, assisto per la prima volta ad un film paraguaiano e ascolto, sempre per la prima volta, l’idioma guaranì, o meglio un misto di questo e di spagnolo che è il dialetto della capitale Asunción, meticcio come la stragrande maggioranza di questo peculiare e poco conosciuto paese nel cuore del Sud America. Continua a leggere “7 Cajas”