Il trauma del fuoco. Viaggio nel Portogallo devastato dagli incendi

di Luca Onesti

Questo articolo è stato già pubblicato su Il Salto in data 10 marzo 2018.

A dicembre, nel piccolo centro di Castanheira de Pera, al posto della sensazione di abbandono e di vuoto provata la prima volta che c’ero stato, è arrivato un leggero fermento: alcuni abitanti stanno montando le decorazioni natalizie.

Luci colorate e ghirlande arrivano su un furgone, pronte per essere appese alle porte, alle pensiline degli autobus, a essere intrecciate tra i rami degli alberi. Continua a leggere “Il trauma del fuoco. Viaggio nel Portogallo devastato dagli incendi”

Annunci

«Le città non sono solo le strade, le case e il patrimonio. Le città sono i loro abitanti». Intervista a Marisa Matias

Eurodeputata e candidata alle scorse presidenziali del Portogallo, Marisa Matias siede al Parlamento europeo nello spicchio del Gue/Ngl, la sinistra europea. Il suo partito, Bloco de esquerda, sostiene il governo guidato dal socialista António Costa, un governo anti-austerità che nel 2015 è riuscito a strappare la guida del Paese al ben più filoeuropeo Passos Coelho e che, negli ultimi mesi, raccoglie i complimenti dell’Ue per gli indici finanziari sempre più in ripresa. Continua a leggere “«Le città non sono solo le strade, le case e il patrimonio. Le città sono i loro abitanti». Intervista a Marisa Matias”

Lisbona, una carovana per il diritto all’abitare

Nel primo fine settimana di settembre è partita da Lisbona la Caravana pelo direito à habitaçao, formata da associazioni e abitanti che si vedono negato il diritto alla casa. L’idea è quella di percorrere il Portogallo in varie tappe, raccogliendo dati, testimonianze e proposte per fare pressione affinché il governo intraprenda una politica sulla casa che dia pieno adempimento all’articolo 65 della Costituzione portoghese, nel quale è previsto il diritto di tutti ad una abitazione degna e di dimensioni adeguate, in condizioni di comodità, igiene e rispetto dell’intimità e della privacy. Continua a leggere “Lisbona, una carovana per il diritto all’abitare”

Una carovana per il diritto all’abitazione in Portogallo

di Luca Onesti

«Immaginatevi di vivere nella completa oscurità. Immaginate che, nella vostra casa, da dove si vede un enorme cumulo di immondizia, non sia possibile conservare alimenti, guardare la tv o ricaricare il telefonino. Immaginatevi ancora, nel patio di questa stessa casa, dove da molti mesi non c’è né luce né acqua, mentre fate il bagno ai vostri figli, in strada. Immaginate che cosa vorrebbe dire se essi non avessero condizioni per proseguire gli studi o se voi stessi non potreste dire nemmeno dove abitate per paura di essere immediatamente discriminati. E immaginate che un giorno, senza nessuna notifica o avviso previo, questa vostra casa, vostro unico tetto, venga demolita senza che vi sia presentata alcuna soluzione alternativa. Vi invitiamo a mettervi nella nostra pelle, anche solo per un giorno… e a immaginare cosa provereste a essere trattati come rifiuti e a essere sfrattati…». Continua a leggere “Una carovana per il diritto all’abitazione in Portogallo”

Gonçalo Ribeiro Telles: il Portogallo e la necessità di adottare un modello di sviluppo sostenibile

Paladino ecologista e maestro di tanti grandi architetti e paesaggisti di riferimento, Gonçalo Pereira Ribeiro Telles, lo scorso 25 maggio ha festeggiato 95 anni. Definito da molti un visionario utopista, la sua devozione per la terra portoghese non ha rivali. Continua a leggere “Gonçalo Ribeiro Telles: il Portogallo e la necessità di adottare un modello di sviluppo sostenibile”

A Gorda (la grassa) di Isabela Figueiredo

Scritto nel Portogallo della crisi economica e dell’austerità, dal 2011 al 2016, e uscito a gennaio 2017 per i tipi dell’editore Caminho, A gorda (titolo che in italiano significa: “la grassa”) di Isabela Figueiredo è un romanzo che racconta in prima persona la vita di Maria Luísa, una ragazza grassa, che si vede grassa ed è fortemente condizionata da questo sentimento. Continua a leggere “A Gorda (la grassa) di Isabela Figueiredo”

Festival Folio 2016 – La letteratura delle etichette: “realismo magico” e “narco-letteratura” tra Portogallo, Brasile e Messico

 

folio2016ok

Non faccio mistero del fatto che Afonso Cruz è uno degli scrittori portoghesi che più mi piacciono, tra quelli contemporanei, alcuni mesi fa, ho anche recensito il suo romanzo Gesù beveva birra, e all’interno della programmazione del festival di Óbidos non potevo perdermi la sua conferenza. Continua a leggere “Festival Folio 2016 – La letteratura delle etichette: “realismo magico” e “narco-letteratura” tra Portogallo, Brasile e Messico”

Folio 2016. Óbidos è la città del libro

14489019_10154563551488377_1941701569_o1

José Pinho, libraio sovversivo della libreria Ler Devagar (leggere lentamente, in portoghese) di Lisbona, doveva arrabbiarsi molto quando, alla richiesta di un libro raro da parte di un cliente, doveva rispondere che purtroppo, tra i 40 mila volumi presenti in libreria, mancava proprio quel titolo. Continua a leggere “Folio 2016. Óbidos è la città del libro”