Trafficanti di film: Nuno Sena racconta IndieLisboa

nuno sena

Oggi con una piccola telecamera digitale un ragazzo può filmare e montare e penso che questo fenomeno il potere che è dentro al cinema non lo abbia ancora capito bene. C’è una specie di lotta di classe all’interno del cinema, che in Portogallo è una cosa molto recente.

Continua a leggere “Trafficanti di film: Nuno Sena racconta IndieLisboa”

Napoletani en Barcelona. Intervista a Marco Rossano

napoletani en barcelona

Marco Rossano è un documentarista napoletano e vive in Spagna dal 2002, dove si occupa di sociologia e antropologia visuale all’Università di Barcellona. Il suo ultimo lavoro è “Napoletani en Barcelona”

Continua a leggere “Napoletani en Barcelona. Intervista a Marco Rossano”

La Volta a Portugal presentata da il direttore Joaquim Gomes

Nato a Lisbona nel 1965, l’attuale direttore tecnico della Volta a Portugal ha iniziato a correre nel 1986 per la squadra dello Sporting di Lisbona insieme ai ciclisti portoghesi più forti dell’epoca, Marco Chagas e Alexandre Ruas tra gli altri, e ha vinto due edizioni della Volta, sfiorando la vittoria in diverse altre edizioni. Sin da giovanissimo ha legato la sua fama ad una delle salite … Continua a leggere La Volta a Portugal presentata da il direttore Joaquim Gomes

Intervista esclusiva a Pepetela, scrittore angolano ed ex guerrigliero

Pepetela – foto di Luca Onesti Arthur Carlos Maurício Pestana dos Santos, più noto con lo pseudonimo di Pepetela (“ciglia”in lingua umbundu, è stato il suo nome di battaglia durante la guerra coloniale) è una delle voci letterarie più autorevoli dell’Africa contemporanea. Nato a Benguela, in Angola, nel 1941, lo scrittore è di famiglia di origine portoghese ma ha abbracciato sin da giovanissimo le istanze … Continua a leggere Intervista esclusiva a Pepetela, scrittore angolano ed ex guerrigliero

917 Km Todos os caminhos vão dar a Bologna

Una giornalista portoghese e una traduttrice italiana; da quando si conoscono un blog multilingue: 917 KM Todos os caminhos vão dar a Bologna. Vi raccontiamo la storia di Silvia Liguori e Susana Marques. Dove vi siete conosciute ? Silvia: Ci siamo conosciute a Perugia, nel 2013, in occasione del Festival internazionale del giornalismo, ma già online ci sentivamo dal periodo delle selezioni per diventare volontari. … Continua a leggere 917 Km Todos os caminhos vão dar a Bologna

Il cuore e le contraddizioni dell’Angola nei romanzi di Ondjiaki

Ondjaki firma autografi a Lisbona – foto di Luca Onesti

Il Premio Saramago, giunto nel 2013 all’ottava edizione, viene attribuito ogni due anni ad uno scrittore di lingua portoghese under 35. Il premio celebra l’attribuzione nel 1998 del Premio Nobel a José Saramago ed ha visto tra i suoi vincitori alcuni tra i maggiori scrittori di lingua portoghese, come Gonçalo M. Tavares e José Luís Peixoto, tra gli altri. Nel dicembre 2013 è stata annunciata la vittoria di Ondjaki (pseudonimo di Ndalu de Almeida), scrittore angolano trentacinquenne, per il libro Os transparentes, ritratto collettivo e contemporaneo della città di Luanda. In traduzione italiana sono state pubblicate le opere: Il Fischiatore e Le aurore della notte dell’editore Lavoro e Buongiorno compagni! dall’editore Iacobelli. Continua a leggere “Il cuore e le contraddizioni dell’Angola nei romanzi di Ondjiaki”

L’America Latina è anche a Lisbona

La Mostra del Cinema de América Latina de Lisboa, si è svolta dal 12 al 15 dicembre 2013. “Molti dei registi (dei film in programma, ndt) sono alla prima opera. Questo è un riflesso di ciò che accade in questi paesi, nel cinema. Ci sono nuove generazioni, alcuni registi avevano fatto corti e avevano lavorato a delle pubblicità, per la televisione, ma come lungometraggi sono … Continua a leggere L’America Latina è anche a Lisbona

Intervista al regista portoghese Gonçalo Tocha

Gonçalo Tocha – foto di Luca Onesti

Di ritorno a Lisbona dalla presentazione, a novembre 2013, al Festival internazionale del cinema di Roma, del suo ultimo film, A Mãe e o Mar, Gonçalo Tocha ci ha parlato di come lo ha girato, per un anno, insieme alle persone della comunità di pesca di Vila Chã, in un processo in cui erano spesso gli stessi protagonisti del documentario a rappresentare se stessi, a fornire all’autore le idee per raccontare le loro storie attraverso il cinema. Continua a leggere “Intervista al regista portoghese Gonçalo Tocha”

Doclisboa, il Festival internazionale documentaristico di “lotta” e “resistenza”

Cintia Gil – foto di João Carlos
244 documentari, 44 paesi presenti con i loro film e tanti giovani documentaristi, il Doclisboa 2013, svoltosi dal 24 ottobre al 3 novembre dello scorso anno, è stato senza dubbio un festival politico e militante per diversi motivi, a cominciare dai film scelti per l’apertura e la chiusura del festival. Ad aprire l’undicesima edizione del Doclisboa è stato “Pays Barbare” di Yervant Gianikian e Angela Lucchi (sul fascismo e il colonialismo italiano) e “Dast-Nevesthehaa Nemisoosand” (in inglese “Munuscripts don’t burn”) di Moahammad Rasolulof. Il regista iraniano avrebbe dovuto presiedere una delle giurie del DocLisboa, ma il suo passaporto è stato sequestrato nel mese di settembre a Teheran. La sedia di Rasolulof è rimasta vuota, come simbolo di protesta per l’accaduto.

Abbiamo intervistato al termine del Festival internazionale documentaristico di Lisbona, Cintia Gil, vicepresidente dell’Apordoc (Associazione portoghese per il documentario), organizzatore del Doclisboa. Continua a leggere “Doclisboa, il Festival internazionale documentaristico di “lotta” e “resistenza””