Volta a Portugal 2015 – #3 puntata – Vittorie e polemiche della competizione ciclistica più amata dai portoghesi

Malucelli vince (a sinistra) - foto di Luca Onesti
Malucelli vince (a sinistra) – foto di Luca Onesti

È domenica 9 agosto, fa caldo a Lisbona e da qualche ora è terminata la decima e ultima tappa della Volta a Portugal, giunta quest’anno alla sua 77ª edizione. Partita da Vila Franca de Xira, ha visto trionfare l’italiano Matteo Malucelli del Team Idea che ha tagliato per primo il traguardo a Lisbona, battendo in volata il suo compagno di squadra Davide Viganò, quest’ultimo già vincitore di una tappa durante il giro ciclistico portoghese. Continua a leggere “Volta a Portugal 2015 – #3 puntata – Vittorie e polemiche della competizione ciclistica più amata dai portoghesi”

Volta a Portugal 2015 – #2 puntata – Covilhã: una città prima industriale, ora “sportiva”

Covilha (ex fabbriche) - foto di Luca Onesti
Covilha (ex fabbriche) – foto di Luca Onesti

Mentre scrivo la seconda parte di questo reportage (è il 7 agosto 2015) siamo a Covilhã, località a pochi chilometri da dove si è svolta ieri la settima tappa della Volta a Portugal; una città da raccontare per la sua storia, fino a qualche anno fa zona industriale, poi divenuta meta turistica e polo universitario. Continua a leggere “Volta a Portugal 2015 – #2 puntata – Covilhã: una città prima industriale, ora “sportiva””

Volta a Portugal 2015 – #1 puntata – Viseu, la Casa Bóquinhas e la maglia bianca di Luca Cappelli

Prologo Viseu
Il Prologo a Viseu

Se da ormai tre anni, seguiamo tutte le tappe della Volta a Portugal, stavolta (mentre scrivo è venerdì 31 luglio) ci siamo fermati a Braga, dove ieri si era svolta la tappa Pinhel – Bragança, città dove da quindici anni non si svolgeva una prova ciclistica della Volta. Continua a leggere “Volta a Portugal 2015 – #1 puntata – Viseu, la Casa Bóquinhas e la maglia bianca di Luca Cappelli”

L’epopea degli italiani nei call center portoghesi

call_centers

 “Questo tipo di aziende devono fornire un servizio altamente competitivo, in termini di qualità e di produttività, altrimenti rischiano di non rinnovare le commesse per il servizio telefonico e di gestione che offrono. Il lavoro era così intenso che una volta uscito non riuscivo a fare altro”.

Continua a leggere “L’epopea degli italiani nei call center portoghesi”