Cercasi ostello disperatamente

Questo racconto è stato pubblicato originariamente sul blog Il Penultimo dei Romantici con il titolo “Lisbona – Parte Seconda – Allostello”

di Jacopo Spaziani

Oggi fanno trentasette giorni che sto a Lisbona. E fanno trentasette giorni che sto allostello. Non lo stesso, ché al primo dopo tre giorni sono andato via per cose che non sto qui a. Solo che dopo tre giorni io non è che ci stessi capendo un granché, a guardare all’una di notte posti che mi sembravano ancora più sconosciuti di quando stavo a Roma. Continua a leggere “Cercasi ostello disperatamente”

«Le città non sono solo le strade, le case e il patrimonio. Le città sono i loro abitanti». Intervista a Marisa Matias

Eurodeputata e candidata alle scorse presidenziali del Portogallo, Marisa Matias siede al Parlamento europeo nello spicchio del Gue/Ngl, la sinistra europea. Il suo partito, Bloco de esquerda, sostiene il governo guidato dal socialista António Costa, un governo anti-austerità che nel 2015 è riuscito a strappare la guida del Paese al ben più filoeuropeo Passos Coelho e che, negli ultimi mesi, raccoglie i complimenti dell’Ue per gli indici finanziari sempre più in ripresa. Continua a leggere “«Le città non sono solo le strade, le case e il patrimonio. Le città sono i loro abitanti». Intervista a Marisa Matias”

Lisbona, una carovana per il diritto all’abitare

Nel primo fine settimana di settembre è partita da Lisbona la Caravana pelo direito à habitaçao, formata da associazioni e abitanti che si vedono negato il diritto alla casa. L’idea è quella di percorrere il Portogallo in varie tappe, raccogliendo dati, testimonianze e proposte per fare pressione affinché il governo intraprenda una politica sulla casa che dia pieno adempimento all’articolo 65 della Costituzione portoghese, nel quale è previsto il diritto di tutti ad una abitazione degna e di dimensioni adeguate, in condizioni di comodità, igiene e rispetto dell’intimità e della privacy. Continua a leggere “Lisbona, una carovana per il diritto all’abitare”

Una carovana per il diritto all’abitazione in Portogallo

di Luca Onesti

«Immaginatevi di vivere nella completa oscurità. Immaginate che, nella vostra casa, da dove si vede un enorme cumulo di immondizia, non sia possibile conservare alimenti, guardare la tv o ricaricare il telefonino. Immaginatevi ancora, nel patio di questa stessa casa, dove da molti mesi non c’è né luce né acqua, mentre fate il bagno ai vostri figli, in strada. Immaginate che cosa vorrebbe dire se essi non avessero condizioni per proseguire gli studi o se voi stessi non potreste dire nemmeno dove abitate per paura di essere immediatamente discriminati. E immaginate che un giorno, senza nessuna notifica o avviso previo, questa vostra casa, vostro unico tetto, venga demolita senza che vi sia presentata alcuna soluzione alternativa. Vi invitiamo a mettervi nella nostra pelle, anche solo per un giorno… e a immaginare cosa provereste a essere trattati come rifiuti e a essere sfrattati…». Continua a leggere “Una carovana per il diritto all’abitazione in Portogallo”