I “retornados” nella letteratura portoghese

Alfredp Cunha

Noi eravamo grandi, ma eravamo grandi lontano, fuori di noi, nell’Oriente dei sogni o in un Occidente ancora impensato

Continua a leggere “I “retornados” nella letteratura portoghese”

Annunci

Intervista esclusiva a Pepetela, scrittore angolano ed ex guerrigliero

Pepetela – foto di Luca Onesti Arthur Carlos Maurício Pestana dos Santos, più noto con lo pseudonimo di Pepetela (“ciglia”in lingua umbundu, è stato il suo nome di battaglia durante la guerra coloniale) è una delle voci letterarie più autorevoli dell’Africa contemporanea. Nato a Benguela, in Angola, nel 1941, lo scrittore è di famiglia di origine portoghese ma ha abbracciato sin da giovanissimo le istanze … Continua a leggere Intervista esclusiva a Pepetela, scrittore angolano ed ex guerrigliero

Il cuore e le contraddizioni dell’Angola nei romanzi di Ondjiaki

Ondjaki firma autografi a Lisbona – foto di Luca Onesti

Il Premio Saramago, giunto nel 2013 all’ottava edizione, viene attribuito ogni due anni ad uno scrittore di lingua portoghese under 35. Il premio celebra l’attribuzione nel 1998 del Premio Nobel a José Saramago ed ha visto tra i suoi vincitori alcuni tra i maggiori scrittori di lingua portoghese, come Gonçalo M. Tavares e José Luís Peixoto, tra gli altri. Nel dicembre 2013 è stata annunciata la vittoria di Ondjaki (pseudonimo di Ndalu de Almeida), scrittore angolano trentacinquenne, per il libro Os transparentes, ritratto collettivo e contemporaneo della città di Luanda. In traduzione italiana sono state pubblicate le opere: Il Fischiatore e Le aurore della notte dell’editore Lavoro e Buongiorno compagni! dall’editore Iacobelli. Continua a leggere “Il cuore e le contraddizioni dell’Angola nei romanzi di Ondjiaki”