Lisbona si toglie un sassolino dalla scarpa, parte II: Bairro Padre Cruz

di Elvis Zoppolato
foto di Sofia Minetto

Tra i veri casi più o meno isolati tra loro della zona grigia di Lisbona merita un’attenzione particolare il caso di Padre Cruz, quartiere che si trova nella località di Carnide, nella parte nord-ovest della capitale. Di recente sono andato lì con la fotografa udinese Sofia Minetto per cercare di raccontare la trasformazione di cui è stato protagonista negli ultimi anni il quartiere. Continua a leggere “Lisbona si toglie un sassolino dalla scarpa, parte II: Bairro Padre Cruz”

Annunci

Lisbona si toglie un sassolino dalla scarpa, parte I: la gentrificazione

di Elvis Zoppolato

In italiano, l’espressione “togliersi un sassolino dalla scarpa” significa liberarsi di un peso. Infatti se proviamo a passeggiare con un sassolino nella scarpa, questa si rivela essere un’esperienza piuttosto fastidiosa. Al più presto dobbiamo fermarci per strada e levarcelo, superando l’imbarazzo interiore di farci vedere con una scarpa in mano e un piede scalzo. Ma questa espressione ha anche un secondo significato, più forte: dire apertamente quanto è stato sempre taciuto per convenienza, per non suscitare risentimenti. Continua a leggere “Lisbona si toglie un sassolino dalla scarpa, parte I: la gentrificazione”

Tracotanza e dannazione: il volto tragico delle Colonne d’Ercole

di Elvis Zoppolato

Andare contro i propri limiti, secondo l’etica dei Greci, era un fatto gravissimo che denotava non solo un atteggiamento arrogante – hybris, ‘tracotanza’ –, ma costituiva una vera e propria forma di ignoranza: l’incapacità di stare al proprio posto. Secondo Platone, l’armonia della città poteva darsi solo se ognuno realizzava il ruolo che gli era proprio, il ruolo che la natura gli aveva assegnato – la missione che gli dei avevano scelto per lui. Noi non possiamo scegliere la nostra essenza, le nostre qualità, le nostre virtù come i nostri difetti; quello che possiamo scegliere è l’uso che possiamo fare di ciò che la natura ci ha dato, un uso sapiente o un uso incolto. Continua a leggere “Tracotanza e dannazione: il volto tragico delle Colonne d’Ercole”

Gli Indecisionisti

di Daniele Coltrinari

«A Lisbona, certamente l’Indecisionismo. Lisbona è una città che sta incarnando a mio avviso una forte espressione del contemporaneo. Stiamo parlando di una città, che, aperta all’inclusione, è entrata a far parte di quel circuito di luoghi in cui giovani e meno giovani vengono spinti dalla contemporaneissima polidirezionalità del possibile. Cosa intendo con la polidirezionalità del possibile? È uno dei concetti da cui parte la riflessione indecisionista. Si riferisce alla condizione contemporanea per cui chiunque di noi è sempre esposto a infinite possibilità».

Continua a leggere “Gli Indecisionisti”

Anche il Portogallo ha i suoi gilet gialli, ma

La differenza più grande è questa: in Portogallo non esistono partiti populisti, né di estrema destra né di estrema sinistra, fatto che lo distingue tanto dalla Francia quanto dagli altri Paesi in cui poi il movimento si è diffuso. Attenzione però: il fatto che non esistano ora non significa che non possano esistere domani.

di Elvis Zoppolato

Venerdì 21 dicembre, in Portogallo, c’è stata la manifestazione dei coletes amarelos, ovvero i gilet gialli portoghesi. L’identificazione col simbolo dei gilets jaunes, ossia un giubbotto giallo catarifrangente, non ci deve indurre in tentazione però. Il Portogallo è un Paese ben diverso da quello in cui hanno avuto origine i movimenti di protesta lo scorso 17 novembre, vale a dire la Francia. Continua a leggere “Anche il Portogallo ha i suoi gilet gialli, ma”

Portogallo: è stato davvero un esperimento?

Questo articolo è stato pubblicato su Q Code il 5 dicembre 2018 con il titolo originario “Portogallo si può fare”.

di Marcello Sacco

Mentre in Italia ci si chiede se discutere o no con l’Europa, in Portogallo la legge di bilancio 2019 ha concluso il suo iter parlamentare la settimana scorsa. È l’ultima finanziaria di questo governo, sempre nel segno della riduzione del deficit, ma elaborata in costante dialogo con le sinistre e senza fendenti a sorpresa su stipendi e pensioni. Continua a leggere “Portogallo: è stato davvero un esperimento?”

Lisbona è cambiata, sta cambiando, cambierà ancora

di Daniele Coltrinari

Questo articolo è stato pubblicato con il titolo originario Una nuova Lisbon story contro la gentrification, su Left nel numero 20 del 18 maggio 2018

«Ho visto Madonna in quel locale dove si suona dal vivo e fanno jam session, quello dove vai spesso te, ci credi?». Mi è arrivato qualche settimana fa un WhatsApp alle 3 di notte da un amico; visto il contenuto, non mi sono sorpreso più di tanto. Avevo letto qualche mese prima su un quotidiano sportivo che la signora Louise Veronica Ciccone, in arte Madonna, per stare vicino al figlio David Banda di 11 anni, ora nelle fila del settore giovanile del Benfica, storica squadra della città, avesse deciso di trasferirsi a Lisbona.
Continua a leggere “Lisbona è cambiata, sta cambiando, cambierà ancora”

Mohsin “O Cabeleireiro”

Non ho dubitato molto delle capacità da barbiere di Mohsin, i suoi racconti sul suo passato parlano per lui e a me sembra uno che sa il fatto suo. Ma ora che lo vedo sopra di me con forbici e rasoio in mano, devo ammettere che un po’ di insicurezza me la trasmette.

Per lui oggi e’ una prova, tutti nella stanza si chiedono se quel ragazzo iracheno, capitato per uno scherzo del destino a Lisbona, sa effettivamente come tagliare i capelli

Continua a leggere “Mohsin “O Cabeleireiro””

Il trauma del fuoco. Viaggio nel Portogallo devastato dagli incendi

di Luca Onesti

Questo articolo è stato già pubblicato su Il Salto in data 10 marzo 2018.

A dicembre, nel piccolo centro di Castanheira de Pera, al posto della sensazione di abbandono e di vuoto provata la prima volta che c’ero stato, è arrivato un leggero fermento: alcuni abitanti stanno montando le decorazioni natalizie.

Luci colorate e ghirlande arrivano su un furgone, pronte per essere appese alle porte, alle pensiline degli autobus, a essere intrecciate tra i rami degli alberi. Continua a leggere “Il trauma del fuoco. Viaggio nel Portogallo devastato dagli incendi”