Lisbona fulcro dell’arte contemporanea per una settimana e dal 17 al 20 maggio torna ARCO, la fiera internazionale d’arte contemporanea

di Christian Vismara

Si parla un sacco di questo grande fermento economico e artistico che la città di Lisbona sta vivendo e che si respira un po’ ovunque e proprio nei prossimi giorni raggiungerà il suo culmine in città, perlomeno nell’ambito dell’arte contemporanea: dal 17 al 20 maggio ritorna a Lisbona ARCO, la fiera internazionale d’arte contemporanea.

Ben 68 gallerie selezionate si occuperanno de la crème de la crème dell’arte portoghese e internazionale, durante quella che può essere vista come una specie di “art week” di Lisbona. Come durante ogni fiera che si rispetti, sono vari gli eventi paralleli indipendenti che hanno già iniziato e continueranno ad animare la città in quei giorni. In questo articolo vi voglio raccontare di due inaugurazioni a cui sono stato e che mi hanno affascinato particolarmente, oltre che di un evento parallelo ad ARCO che è forse più interessante dalla fiera stessa.

Fernão Cruz – A Segunda Estrela À Direita

La zona est di Lisbona è probabilmente quella che, ad oggi, riserva più sorprese. Sarà la promessa di ampliamento della linea della metropolitana o l’imminente apertura dell’Hub Criativo di Beato, ma l’area sta vivendo un rapido passaggio da cumulo di capannoni industriali a degno rivale della Lx Factory per il trono di fulcro creativo (e anche un po’ hipster) della città.

Passeggiando alla sera tra le viuzze di Beato e Braço de Prata si passa in un attimo da angoli completamente deserti a vie affollate neanche fosse il Bairro Alto. Io ci sono capitato la sera del 9 Maggio e sono rimasto positivamente sorpreso dalla vitalità del posto, tra birrerie artigianali, negozi di dischi e spazi espositivi affollati da indigeni portoghesi, cosa non scontata oggi a Lisbona.

L’esibizione che ho trovato più interessante è stata A Segunda Estrela À Direita, di Fernão Cruz, giovanissimo artista portoghese classe 1995, già vincitore del premio nazione Arte Jovem 2017 e che annovera una residenza al BananaJam Art Space di Shenzhen (Cina). L’artista ha collaborato con una fonderia locale per ottenere dei calchi in alluminio dei suoi dipinti tridimensionali, esponendoli poi in un luogo piuttosto insolito per un’esposizione d’arte: un magazzino rustico, che probabilmente ha un passato da fienile o granaio.

Situato a lato di una “Tasca” portoghese, il luogo dell’esposizione è stato teatro di un curioso mix senza soluzione di continuità tra artisti, intellettuali e muratori a fine turno. Una cassa di Super Bock, (marca di birra portoghese, la più famosa insieme alla Sagres), ghiacciata all’ingresso del magazzino ha poi messo tutti d’accordo. L’inaugurazione della mostra è ormai passata, sarà comunque possibile visitare lo spazio i giorni 12 e 19 maggio dalle 15:00 alle 19:00 e i giorni 13 e 20 maggio dalle 11:00 alle 15:00.

Horácio Frutuoso – H

Il giorno seguente, in zona Alvalade, da tutt’altra parte della città, la storia si ripete, con una grande concentrazione di inaugurazioni di esposizioni, tutte nella stessa zona, sintomo di come i portoghesi stiano mano a mano abbandonando il centro della città, ormai terra di conquista per turisti e brunch sovrapprezzati. La mia scelta questa volta è ricaduta su “H”, l’esposizione personale di Horácio Frutuoso alla galleria Balcony, spazio espositivo aperto da nemmeno un anno, ma già molto attivo nel dare spazio ad artisti emergenti locali ed internazionali.

Horácio è anche lui artista portoghese, formatosi a Porto e trasferitosi a Lisbona. Espone regolarmente le sue opere nelle due città portoghesi, come al MAAT di Lisbona, e fuori dai confini lusitani, come la sua ultima esperienza alla SP-Arte di São Paulo.

Del lavoro di Horácio mi ha colpito la tecnica di pittura, impeccabile e dal sapore tradizionale, e di come sia riuscito ad unirla con armonia con elementi decisamente più moderni: i font. Sì, perché Horácio riproduce rigorosamente a mano quelle lettere che siamo abituati a vedere sui nostri schermi o stampate su qualche manifesto e le usa per aggiungere un ulteriore livello di interpretazione alle sue opere, rifacendosi a quella che è una delle più diffuse forme di espressione contemporanea: i meme. La sua esibizione alla galleria Balcony proseguirà fino al giorno 10 di giugno.

FEA Lisboa

L’ultima parte di questo piccolo excursus sull’arte emergente di Lisbona è dedicato ad un’iniziativa in cui c’è uno zampino tutto italiano.

Basato sull’esperienza positiva di Studi Festival a Milano, arriva a Lisbona FEA, Festival dos Espaços dos Artistas de Lisboa. Il festival si pone l’ambizioso obiettivo di incentivare la collaborazione tra gli artisti locali e le connessioni tra l’arte e il territorio, con una serie di eventi gratuiti sparsi per la città, in spazi espositivi e studi normalmente non visitabili. L’organizzazione è curata da Rebecca Moccia, artista napoletana, già responsabile delle tre edizioni dello Studi Festival, garanzia del successo della manifestazione. Il festival si svolgerà dal 18 al 20 maggio, sarà completamente gratuito, ma è possibile sostenere il progetto su beartonline.com. Per godersi appieno l’evento sono disponibili anche i tour offerti dall’associazione Contemporary Art Tours Lisbon.

Di carne al fuoco a Lisbona ce ne sarà davvero molta durante questi giorni di maggio, ottima scusa per immergersi nel mondo dell’arte contemporanea, ambiente dal linguaggio a volte un po’ criptico, ma che ha molto da dire e riesce a regalare esperienze incredibili una volta superata la diffidenza iniziale.

Christian Vismara, nato nella selvaggia provincia milanese, attualmente in esilio volontario dalle parti di Lisbona, potete seguirlo anche sul suo blog IMCBV

Salvo accordi scritti, la collaborazione di  Christian Vismara a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita, volontaria e non retribuita. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non ha alcuna cadenza periodica.

Annunci

Un pensiero su “Lisbona fulcro dell’arte contemporanea per una settimana e dal 17 al 20 maggio torna ARCO, la fiera internazionale d’arte contemporanea

  1. Pingback: Fiera ARCO: Lisbona diventa fulcro dell’arte contemporanea per una settimana - IMCBV

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...