Le focacce di Alfredo a Lisbona: «Così do lavoro ai rifugiati»

alfredo-giangaspero«Sono un ex fotoreporter, tre anni fa ero a Cipro per lavoro e ho conosciuto la mia attuale compagna, portoghese, dopo essermi innamorato di lei, ho scoperto Lisbona e mi sono innamorato anche di questa città fantastica».

Quando abbiamo scelto i “protagonisti” da inserire nel nostro documentario sugli italiani che vivono a Lisbona (trovate le info qui ), abbiamo dovuto “tagliare” molte persone intervistate, ed è stato un sacrificio, ma avevamo deciso di sceglierne massimo una ventina da includere nel film.

Ci sono invece altri italiani che abbiamo conosciuto quando ormai il documentario era in post produzione. In alcuni casi è stato un vero peccato, come Alfredo Giangaspero e la sua Focacceria Pugliese

Lorenzo Scaraggi, giornalista, ha intervistato Alfredo Giangaspero in un video, qui, in una nuova puntata del progetto ‘Vostok100k‘: il giro d’Europa con un camper del 1982 alla ricerca di storie di confine.

«Ho mantenuto un legame privilegiato con la mia città, con la Puglia, e infatti una volta in Portogallo ho creato un progetto di street-food e cucina tipica pugliese, il primo qui a Lisbona. Stiamo avendo un buon successo, in un mercato ancora “vergine” per quanto riguarda la nostra gastronomia. Gli “ambasciatori” del nostro marchio sono i panzerotti, le focacce, i calzoni, le burrate e tanti altri piatti tipici della mia terra».

Alfredo Giangaspero, ha deciso inoltre di assumere ai fornelli tre rifugiati politici, un’azione concreta di accoglienza e solidarietà.

Col tempo ho creato una rete di legami che mi inorgoglisce. La mia è stata una migrazione per scelta, alcuni dei miei attuali collaboratori sono invece emigrati per necessità: in questo momento abbiamo in squadra tre rifugiati politici di diverse nazionalità – Togo, Ghana, Ucraina. Penso che siamo cittadini del mondo. Qui mi sento a casa, non sento distanze geografiche o culturali. La mia compagna è Portoghese, di origine mozambicana, abbiamo un figlio piccolo che sarà un mix di etnie e culture differenti, e questo mi può solo arricchire».

di Lisbon Storie

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...