Costi quel che costi, farò l’attore!

Emanuele Giuseppe Titone ha 36 anni, vive attualmente a Lisbona. Nato a Torino da una famiglia di migranti siciliani, nel capoluogo piemontese vive i suoi primi 11 anni di vita nella periferia torinese di Mirafiori Nord. Il padre riesce poi a farsi trasferire per lavoro a Marsala, sua città originaria. Ed Emanuele, insieme a tutta la famiglia, si trasferisce in Sicilia.
Emanuele Titone al Festival del Cinema di Venezia

Emanuele, qual’è stata la tua prima esperienza nel mondo del cinema e della televisione?  

All’età di 17 anni vedo sul  televideo della Rai, un casting per una nuova telenovela. Era “Un posto al Sole” a Napoli.

Non ero mai uscito da Marsala, dissi ai miei genitori che volevo andare a fare il provino. Mi dissero di no. Quando arrivo però la data del provino, decisi di andare da solo a Napoli. Riusci a trovare il luogo chiedendo alla gente per strada.

Quando sono arrivato, mi ricordo di esser stato contento ma allo stesso tempo non sapevo a cosa andassi incontro.

Non sapevo cos’era esattamente un casting. Ricevetti il mio primo “le faremo sapere”. Dopo quella delusione e la maturità,  ho deciso di fare le valigie e di trasferirmi a Bassano del Grappa. Città dove ho lavorato in fabbrica.

Non ho però mai  abbandonato l’idea di fare l’attore.

E cosa hai fatto allora?

Un giorno vado a Padova, incontro un’agenzia che prometteva mari e monti e qui pago quasi un milione delle vecchie lire. Alla fine mi fanno girare uno spot pubblicitario contro il fumo.

Finito lo spot non mi chiamarono più. l’Agenzia non esisteva. Ero troppo deluso, i miei sogni, quelli si, erano in “fumo”.

E invece, passato qualche anno, hai ritentato.

Si, perchè poi é tornata più forte di prima la voglia di fare spettacolo, decisi stavolta di andare a Roma da un’agenzia che non chiedeva soldi. Provai a fare un provino ma il regista mi disse a chiare lettere: Tu non hai la faccia per fare l’attore.

Ero in crisi esistenziale, le stavo provando tuttte, senza ottenere nessun risultato. Da quel giorno decisi che dovevo specializzarmi, ebbi la fortuna di conoscere uno stuntman che mi fece fare qualche provino e alcune scene nei suoi film. Iniziai a fare qualcosa, ma tutto finiva li, anche perché poi ho avuto una distorsione alla caviglia e mi sono dovuto fermare.

Il tuo sogno è “ripartito”. Cosa è successo dopo quella comparsa?

Nel 2009 ho partecipato ad altri casting e ho conosciuto un ragazzo che mi ha messo in contatto con un regista padovano.

Sono riuscito a fare la comparsa per un film remake di “Scarface”. Mi sono divertito anche perché finalmente riuscì a fare qualcosa di più concreto anche se per pochi episodi. L’attore principale era Franklin Santana, attore e modello venezuelano. Ricordo come fosse oggi, quando andammo a pubblicizzare il film all’interno del Festival del Cinema di Venezia.

Poi cambi città, paese, nazione. E finisci a Lisbona per lavoro.

Si, lavoro inizialmente in un call center, l’idea di una nuova vita in una nuova città mi entusiasma e mi fare trovare nuovi stimoli.

La mia passione mi porta a contattare attraverso internet le società di casting ma tutte le persone che incontro mi dicono la stessa cosa: “Lisbona è chiusa per il cinema e per la tv non c’è molto”.

Passano diversi mesi, contatto quindi la RTP e la SIC, rispettivamente la nostra Rai e la nostra Mediaset in salsa portoghese, miracolosamente mi rispondono con una mail. Poche righe, giusto per dirmi di rivolgermi all’agenzia con la quale collaborano.

Nel febbraio 2012 mi presento all’agenzia ma ho un po’ di difficoltà, perché non parlavo ancora bene portoghese, quindi incontro il titolare dell’agenzia che gentilmente mi presta attenzione e scherzosamente mi fa qualche battuta in italiano.

Dopo qualche tempo entro a far parte della telenovela brasiliana “Dancin’ Days”, dove mi danno la parte di cameriere. Successivamente lavoro come comparsa in alcune telenovele della SIC e in un film Svizzero ambientato negli anni 70′.
 
Molta televisione quindi, poi però arriva il Cinema.

Nel Giugno 2012 faccio la comparsa in un primo “vero” film a Lisbona, uscito nella sale cinematografiche a fine febbraio di tutto il Portogallo. Quarta Divisão, un film incentrato sulla scomparsa di un bambino. Il morale adesso è alle stelle, sono riuscito ad “entrare” in questo mondo. Parlando con i colleghi scopro che esiste un’agenzia che lavora moltissimo con le telenovele. Qui nascono e muoiono in continuazione, per lavorare nel tessuto portoghese, sono fondamentali.
Il cinema invece è molto complesso. L’esperienza portoghese credo mi abbia fatto bene, tuttavia credo sia arrivato il momento di cercare altri luoghi dove sviluppare il mio percorso artistico.
di Daniele Coltrinari

                                                                             

Annunci

4 pensieri su “Costi quel che costi, farò l’attore!

  1. La tua voglia di fare e la tua testardaggine alla fine ti premierà, ti è sempre piaciuto metterti in gioco e andrai dove desideri, va bene così… bravissimo!

    Mi piace

  2. Rimani sempre come sei… hai un bellissimo carattere, non cambiare mai… sii sempre così allegro ed espansivo, sincero, positivo e spontaneo…è forse sarà anche per questo che la gente ti ammira… ti abbraccio fratellino!

    Mi piace

  3. Grande Emanuele,
    sai bene e te lo dico sempre, prima o poi finisci ad Holliwood o a Cinecittá, sia come sia sono convinto che finirai in qualche film di grido ne sono certo, credi con tutto te stesso in quello che sogni ed io sono convinto che il mondo ci da in cambio quello che noi mettiamo sul tavolo per primi, tu lo meriti…condivido molto quel che dice tuo fratello, anche io sono dello stesso parere, ammiro molto il tuo spirito ed il tuo andare avanti sempre, a prescindere dagli ostacoli che incontri, sei grande Lele, da sto´amico tuo romanaccio, Valerio

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...