Il Festival True Tales al cinema São Jorge

Miguel Esteves Cardoso

È terminato sabato 13 aprile, al cinema São Jorge, il festival True Tales, organizzato dalla marca di whisky Grant’s, nel quale varie personalità del mondo dello spettacolo portoghese sono state invitate a raccontare storie vere del proprio percorso professionale e di vita. Siamo andati ad assistere alla sessione dove era presente, come ospite, Miguel Esteves Cardoso, intervistato dalla sua ex collega di lavoro Clara Ferreira Alves, attualmente giornalista politica. Clara Ferreira Alves era critica letteraria per il settimanale portoghese Expresso, dove Cardoso si occupava di recensioni musicali.

Scrittore molto famoso in Portogallo, Miguel Esteves Cardoso è nato a Lisbona da madre inglese e ha vissuto in Inghilterra, dove completò i suoi studi, fino al 1982, quando scelse di tornare in Portogallo. Probabilmente anche al fatto di guardare al suo paese da  un punto di vista “straniero” o comunque distante, si deve la sua ironia e irriverenza nei confronti della società portoghese. Ironia e linguaggio diretto che attraversano tutta la conversazione-intervista, a partire dalle battute sul vittimismo odierno dei giovani: «Si lamentano che non c’è lavoro, c’è la crisi, e io penso: sei giovane cacchio! Che altro vuoi?? Sei giovane! – salvo poi ammettere che negli anni ’80 essere giovani era un vantaggio ad un colloquio di lavoro – adesso non li vuole più nessuno!». Quindi la sua passione per il teatro di Samuel Beckett: «Adoro Beckett e gli scrittori di teatro inglese in generale. Proust è noioso, fa le frasi troppo lunghe. Mi piacerebbe leggerlo, ma non ho tempo. Odio Proust per questo!».
Miguel Esteves Cardoso, intervistato dalla sua ex collegadi lavoro Clara Ferreira al True Tales presso il cinema São Jorge
Ovviamente l’ironia sarebbe boria senza una buona dose di autoironia: «Sai Clara, a volte lo faccio anch’io: quella cosa di dire “sto rileggendo un libro”. In realtà nessuno ha mai letto i classici, ma ammetterlo sarebbe imbarazzante…per esempio adesso io sto rileggendo l’Ulisse». Il pubblico apprezza e l’ora passa in fretta. Ma c’è spazio anche per la politica. Candidato per i monarchici al parlamento europeo nel 1987 e anti-europeista convinto, fondatore del giornale O Independente assieme a Paulo Portas (attuale ministro degli esteri e leader del partito di centro destra, CDS-PP) Miguel Esteves Cardoso rivendica il suo conservatorismo indipendente e provocatorio, quando nessuno, dopo la Rivoluzione dei Garofani del 1974, osava dirsi di destra, «c’era sempre la parola sinistra dappertutto: potevi essere liberale, sì, ma di sinistra, mentre molti ex compagni sono passati poi dall’altra parte. Non voglio fare nomi: Durão Barroso…».

 

Una delle risposte più divertenti: “Pensi mai al futuro?”. «No, penso solo al presente. Magari penso al presente e a daqui a um bocadinho».

(E a quello che succederà tra poco!)

di Massimiliano Rossi

“Romano di Roma”, ma lisbonese di adozione, Massimiliano Rossi è traduttore freelancer e insegnante di italiano per stranieri, con una passione per il giornalismo e il cinema. Per maggiori informazioni: www.proz.com/translator/736160

Salvo accordi scritti, la collaborazione di Massimiliano Rossi a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita, volontaria e non retribuita. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non ha alcuna cadenza periodica.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...