Benfica-Torino 4-3: il testamento sportivo del Grande Torino

Mazzola e Ferreira si scambiano il gagliardetto – Foto AMSG
È proprio vero che solo la sala buia del cinema può regalare certe emozioni, soprattutto se si è calciofili e si ha avuto la fortuna di assistere a Benfica-Torino 4-3, presentato domenica scorsa 24 marzo al Festival del cinema italiano a Lisbona. Tutti, in Italia, hanno presente la tragedia di Superga, anche se all’epoca non erano neanche nati o non sono di Torino. Pochissimi, tuttavia, si ricordano che l’aereo che trasportava i giocatori granata in quel tragico pomeriggio del 4 maggio 1949, provenisse da Lisbona. E che ci era andato a fare il Grande Torino a Lisbona?

Un momento di gioco – Foto AMSG

A giocare contro il Benfica, in un’amichevole organizzata per celebrare Francisco Ferreira, capitano del Benfica e del Portogallo. Ferreira e Mazzola si erano incontrati a Genova a fine febbraio come capitani delle rispettive nazionali ed era nata un’amicizia.

Per cui, in occasione della festa in omaggio a Ferreira, (che era, appunto, un semplice omaggio sportivo e non un addio al calcio, come lo stesso Ferreira confermò), i Diavoli Rossi decisero di invitare il Torino, anche perché in quegli anni quella piemontese era una tra le squadre più forti del mondo e ciò avrebbe assicurato un grande ritorno d’immagine.

Anche a Lisbona l’eco della tragedia fu grande: il giorno seguente migliaia di persone si radunarono spontaneamente sotto l’Ambasciata d’Italia per portare le loro condoglianze all’ambasciatore.

Andrea Ragusa – Foto di Luca Onesti

In una tipica tasca, (osteria), nel centro di Lisbona, una di quelle dove ti aspetti di incontrare da un momento all’altro vecchie glorie del calcio degli anni ’40 ritratte nel film, abbiamo incontrato i due registi, il torinese e torinista Andrea Ragusa e il lisboeta e benfiquista Nuno Figueiredo.

 

Come è nata l’idea di realizzare questo documentario?

Andrea: “Innanzitutto perché non era mai stato osservato il punto di vista portoghese di questa vicenda; in Italia addirittura ho sentito dire da qualcuno che pensavano che il Torino fosse andato a giocare con il Real Madrid ed altre inesattezze, come il presunto addio al calcio di Ferreira. E poi per raccontare alcuni piccoli dettagli, piccole storie che non erano mai state raccontate.”

 Quindi l’obiettivo principale era far scoprire, o riscoprire, quest’ultima trasferta del Torino al pubblico italiano?

Nuno:“Sì, questo da un lato. Dall’altro anche far scoprire ai portoghesi cos’era il Grande Torino e anche fargli riscoprire la grande storia del Benfica, anche prima di Eusebio. E poi alla fine il calcio ci interessava relativamente, volevamo raccontare una storia di amicizia in un calcio d’altri tempi.”
Eusebio durante la presentazione al cinema São Jorge – Foto di Luca Onesti


Una curiosità: Eusebio era l’unico giocatore presente al cinema São Jorge, ma è prevista la presenza di altri dirigenti ed ex giocatori del Benfica alla prossima proiezione che avverrà al Teatro Turim, nel quartiere di Benfica, il 7 aprile alle 21.30 e l’8, il 9 e il 10 aprile alle 16 e alle 21.30. Verrà allestita anche una mostra fotografica sull’ avvenimento.

  di Massimiliano Rossi

 

“Romano di Roma”, ma lisbonese di adozione, Massimiliano Rossi è traduttore freelancer e insegnante di italiano per stranieri, con una passione per il giornalismo e il cinema. Per maggiori informazioni: www.proz.com/translator/736160

 

 

 

 

Salvo accordi scritti, la collaborazione di Massimiliano Rossi a questo sito è da considerarsi del tutto gratuita, volontaria e non retribuita. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non ha alcuna cadenza periodica.

Annunci

Un pensiero su “Benfica-Torino 4-3: il testamento sportivo del Grande Torino

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...